Ti trovi qui: Home » Varie » ‘Ndrangheta nell’ovest milanese, Sedriano punta di un iceberg

‘Ndrangheta nell’ovest milanese, Sedriano punta di un iceberg

Riceviamo e diffondiamo il comunicato stampa della Carovana Antimafia del Sud Ovest Milano.

COMUNICATO STAMPA: ‘NDRANGHETA NELL’OVEST MILANESE, SEDRIANO PUNTA DI UN ICEBERG.

sedrianoLa Giunta di Sedriano (MI) continua a far parlare di sè. Nonostante le note vicende che l’hanno investita, nonostante cortei e mobilitazioni antimafia come mai avvenute nel nord Italia, ancora oggi il sindaco e la giunta non rassegna le dimissioni. Non solo. Ma continua a denunciare tutti coloro che scrivono o fanno dichiarazioni sulle questioni emerse in questi mesi. È stato denunciato anche un attivista della carovana Antimafia, Piero Sebri, come riportato anche da alcuni settimanali locali. Ebbene, ci sembra importante sottolineare che la questione di Sedriano è e resta soltanto la punta di un iceberg. Ribadiamo, come abbiamo già fatto in altre circostanze, che la ‘ndrangheta nella zona, oltre a essere molto radicata, è comandata sempre e comunque da un’unica regia riconducibile ai clan Barbaro-Papalia con le loro ‘ndrine Di Grillo, Mancuso, Musitano, Valle, Lampada e molte altre. Questi gruppi controllano e gestiscono tutte le attività illecite nella zona. Si sta scoperchiando la cosiddetta zona grigia all’interno dei comuni. Sedriano è solo una delle giunte coinvolte, quella che con maggiore evidenza (per l’intervento della magistratura) è finita sui giornali. Perciò, se non si pone fine all’attività amministrativa della giunta Celeste, questo potrebbe diventare un punto di forza per la ‘ndrangheta, col rischio che esperienze del genere possano riaffacciarsi in altre amministrazioni della zona. Dobbiamo guardare oltre al problema specifico di Sedriano, la mafia è presente in tutta la zona e rappresenta bene gli interessi criminali in Lombardia ma anche quelli di livello nazionale.

La Carovana antimafia, chiedendo il pieno sostegno a tutte le forze politiche e sociali del territorio contro le provocazioni messe in atto da Celeste attraverso minacciate denunce nei nostri confronti, ribadisce che risponderà a tutto questo con una mobilitazione sempre più ampia e determinata contro l’infiltrazione mafiosa nel territorio.

La carovana Antimafia, col sostegno delle forze politiche e sociali che stanno affrontando questa  battaglia, indice una conferenza stampa per MARTEDI’ 4 DICEMBRE 2012, ore 11.30, PRESSO LA SEDE DEL SETTIMANALE “L’ALTOMILANESE”, P.ZA VITTORIO  VENETO 4, MAGENTA, con lo scopo diriportare l’attenzione su quanto sopra descritto in un contesto molto più ampio, vista la presenza mafiosa di alto livello e le intimidazioni degli ultimi giorni.

Verranno inoltre comunicate le prossime ulteriori iniziative.

Inserisci un commento