Tesi di laurea

Tesi antonela destanisha_01La criminalità albanese: sviluppo e collegamenti internazionali

di Antonela Destanisha

L’elaborato effettua uno studio sulla nascita delle organizzazioni malavitose albanesi e sulle condizioni che hanno determinato la loro affermazione. Fornire un quadro ampliato sulla situazione politico-economica del paese risulta indispensabile per la comprensione del fenomeno

 

La Camorra nel mondo del calcio_01La camorra nel mondo del calcio. Scommesse e relazioni criminali nel caso campano.

di Giulia Travaini

La tesi si propone di affrontare un argomento molto attuale come quello delle infiltrazioni di clan mafiosi nel mondo del calcio. In particolare viene sviluppata la realtà campana e quindi la Camorra e il suo interesse per il calcio. Il lavoro si articola in quattro capitoli che approfondiscono aspetti diversi: il mondo delle scommesse clandestine, i club in mano a clan della Camorra e infine le amicizie illecite tra boss e calciatori e il rapporto dei clan con le curve dei tifosi. (marzo 2013)

La criminalità straniera in PortogalloGli sviluppi della criminalità straniera in Portogallo: un’analisi del contesto.

di Elisa Santonastaso

Il Portogallo rappresenta un territorio dall’apparato socio-economico fragile nel quale le organizzazioni criminali possono trovare terreno fertile per l’insediamento delle loro attività, molte lo stanno già facendo (camorra, ‘ndrangheta e mafia ucraina). Obiettivo di questo lavoro è stato cercare le cause e comprendere i fattori che hanno permesso e stanno permettendo alle mafie straniere di insediarsi in Portogallo e pone la seguente riflessione: il Portogallo rappresenta solo un’occasione di fuga dalla giustizia nazionale e internazionale e una piazza d’affare per la ripulitura del denaro illecito o è diventato esso stesso una parte di una nuova idea di territorio del nuovo mondo criminale e mafioso?

Franca_Murano_tesi_01La ‘ndrangheta invisibile: il caso di Ventimiglia.

di Franca Murano

Nel febbraio del 2012 il Ministro dell’Interno Annamaria Cancellieri decide lo scioglimento del Comune di Ventimiglia per infiltrazione mafiosa, a meno di un anno dalla medesima decisione adottata dal precedente ministro Maroni per il Comune di Bordighera.
La tesi documenta quanto emerso dalle indagini e dal lavoro svolto, all’interno dei due Comuni, da parte delle commissioni ministeriali di accesso. Viene analizzato, inoltre, l’atteggiamento delle istituzioni liguri che ha contribuito, negli ultimi decenni, al radicamento “silenzioso” della ‘ndrangheta.

Tesi Donato Amato Mafia e mercato elettorale in sicilia 1946-1970

di Donato Amato

Nel seguente elaborato viene analizzato il controllo dei voti da parte della mafia siciliana all’indomani della seconda guerra mondiale, al fine di comprendere quanto sia stata rilevante l’influenza mafiosa nella formazione della classe politica siciliana repubblicana e nella creazione del consenso politico nei confronti dei politici-mafiosi ai tempi del “triumvirato di Palermo” Gioia-Lima-Ciancimino. La tesi si conclude con un’analisi sociologica del mercato elettorale siciliano e con la ricostruzione del profilo socio-culturale delclientes siciliano. (21-03-2013)

Tesi Lorenzo ContiSfruttamento della prostituzione e organizzazioni criminali a Milano. Il caso dei clan albanesi e rumeni.

di Lorenzo Conti

Un’analisi dello sfruttamento della prostituzione a Milano. In questo elaborato vengono studiati i clan albanesi e rumeni, la loro struttura e organizzazione. Ci si sofferma in particolare sul reclutamento e il trasporto di esseri umani, in particolare sulle donne da sfruttare come prostitute in Lombardia. Si metterà inoltre in luce come lo smuggling (attività di mero traffico di persone) e il trafficking (tratta degli esseri umani) siano forme moderne di schiavitù e come si caratterizzino e s’innestino sui flussi d’immigrazione clandestina, tanto che i due fenomeni, tratta di esseri umani e immigrazione clandestina, sono strettamente interconnessi. (aprile 2012)

Tesi di laurea Elisabetta VonoLa convenzione delle Nazioni Unite contro la criminalità organizzata transnazionale

di Elisabetta Vono

La Convenzione delle Nazioni Unite contro la criminalità organizzata transnazionale (Convenzione di Palermo) è il primo trattato internazionale del 21° secolo che si pone come obiettivo il contrasto alla criminalità organizzata transnazionale attraverso misure di prevenzione, e incoraggiando la cooperazione fra gli Stati. Lo scopo di questa tesi è quello di descrivere il concetto di criminalità organizzata transnazionale ripercorrendo le tappe che hanno portato le Nazioni Unite alla stesura della Convenzione di Palermo. Inoltre, in questa tesi troverete sia il dibattito svolto dalla Commissione parlamentare antimafia durante la discussione sul disegno di legge di ratifica della Convenzione, sia il parere di importanti giuristi sulla legge italiana di ratifica della Convenzione di Palermo. (19-12-2012)

Tesi Sofia CavazzoniLa criminalità organizzata e i consumi alimentari: l’intermediazione e la ristorazione

di Sofia Cavazzoni

La tesi descrive i diversi metodi d’infiltrazione delle organizzazioni criminali italiane all’interno del nostro sistema economico, mettendo in luce la capillarità della penetrazione, nello specifico all’interno della filiera agroalimentare. Dalla produzione alla vendita nella grande distribuzione, dal caporalato al sistema dei trasporti, terminando nei mercati ortofrutticoli e nei ristoranti, viene alla luce un preoccupante quadro economico in cui le organizzazioni criminali sono in grado di riciclare immense quantità di denaro, sfruttando a loro vantaggio il vuoto legislativo nei confronti di una nuova forma di reato, l’autoriciclaggio. (9-07-2012)

Tesi di Sarah MazzenzanaCriminalità organizzata transnazionale: l’ascesa della mafia russa

di Sarah Mazzenzana

Un’analisi incentrata sulla nascita, il radicamento e l’ascesa di una realtà criminale che arriva dall’est: la mafia russa. Una pluralità di sistemi criminali interconnessi che trova le proprie origini nell’ex Unione Sovietica, la cui minaccia si estende ben oltre i confini di quella che una volta era la cortina di ferro. (21-03-213)

 

Tesi di laurea Fossati MauroLegittimare la mafia: il caso dei ristoranti “La mafia se sienta a la mesa” in Spagna

di Mauro Fossati

Nel mondo esiste un vero e proprio mercato che sfrutta il “Brand della Mafia” per fare profitti. In questa tesi si analizzano le varie forme di legittimazione di Cosa Nostra all’interno della società, prendendo in esame un caso di legittimità specifico all’interno della società spagnola. In Spagna, infatti, è presente una catena di ristoranti dal nome “La Mafia se sienta a la mesa” che ricrea un ambiente mafioso all’interno dei propri ristoranti. Così facendo si esportata all’estero un’immagine distorta e denigratoria del nostro Paese mitizzando pericolosamente l’organizzazione criminale siciliana. (14-12-2012)

Licenza Creative Commons

Queste opere sono distribuite con licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 3.0 Unported.