Ti trovi qui: Home » Pensieri e parole

Archivio della categoria: Pensieri e parole

Abbonati ai Feed<

Antimafia nel meratese, la promessa di fare di più

di Marco Pessina Da giovane giornalista quale sono, mi sarebbe piaciuto trovarmi a raccontare gli eventi organizzati nei giorni passati nel meratese – il territorio della Brianza a metà strada tra Lecco e Milano – in memoria del giudice Paolo Borsellino, in occasione del 25° anniversario della strage di via d’Amelio in cui perse la vita insieme ai cinque agenti ... Continua a leggere »

Il laboratorio di giornalismo antimafioso nelle parole di chi l’ha vissuto

La storia che ci lega al Laboratorio di Giornalismo Antimafioso è lunga. Diciamo che è un po’ parte della nostra storia. Siamo nati in seno alla prima edizione, nel 2011, e l’abbiamo seguito in tutte quelle successive partecipandovi attivamente. Ci siamo quindi molto affezionati. E quest’anno è stato più evidente ancora l’entusiasmo e il senso di partecipazione con cui l’hanno ... Continua a leggere »

Radio Popolare, Giuseppe Teri racconta le ultime parole di Falcone e Borsellino

di Giulia Zuddas Alla vigilia del 25esimo anniversario della strage di Capaci si chiude il secondo ciclo delle lezioni di antimafia La vigilia di un evento importante porta con sé un alone di mistero, un’aura quasi magica che raccoglie le attese, le aspettative, le proiezioni della mattina che deve arrivare. Un po’ come la vigilia del 24 dicembre, per molti ... Continua a leggere »

Cento passi ancora

Fu brutale pestaggio in un casolare nella casa dell’ape e del suo alveare. Sui sassi rosso sangue i tuoi capelli, tritolo! Carne umana a brandelli. Ma chi si scorda di quel ragazzo orgoglioso?! Morto ribelle giornalista partigiano, ma nato da padre e codice mafioso. Cineforum e occupazioni del suolo, compagno rivoluzionario ma non bombarolo. Terrasini una radio tocca con mano, ... Continua a leggere »

Il mare deve essere di tutti. Anche a Ostia

Amerigo Vespucci. Così si chiama il lungomare di Ostia, il lido dei romani. L’esploratore dei due mondi e il navigatore degli oceani ha dato il nome al “lungomuro” che nasconde le onde del mare. Provate per un istante ad immaginare più di dieci chilometri rettilinei: da un lato potete trovare hotel, pub, ristoranti, le case che assumono lo stesso colore ... Continua a leggere »

Lettera a Denise

Ciao Denise, vorrei dirti tante cose ora, ma non penso di averne il coraggio. Cosa potrebbe dirti un ragazzo del Lago di Garda, trapiantato a Milano, senza risultare banale e retorico? È difficile. Molto. Ma il desiderio di esprimere sentimenti ed emozioni è il risultato che scaturisce nel cuore di quel ragazzo, quando si interessa a queste storie. Come la ... Continua a leggere »

La guerra che stiamo perdendo

Quando ti attaccano a casa tua fa male, malissimo. Ti senti vulnerabile, debole, inerme. Oggi più che mai l’Occidente è questo, un insieme di entità, unite non si sa bene da cosa che si dimena nel buio del terrore portato dal nuovo nemico pubblico numero 1: lo Stato Islamico. Mai più di oggi questa costruzione artificiosa di ciò che siamo “noi” ... Continua a leggere »

A Ninni e Roberto

Ora basta, ci siamo noi abbiate molto paura perché vinciamo noi, e voi tornerete spazzatura. Un pool per la vita con magistrati e poliziotti, ma quando si è a inizio partita esplodono i primi botti. Un baffo gentile e i capelli ordinati, poi un agguato vile e i capelli insanguinati. Trucidato alle spalle davanti a moglie e figlia, volano solo ... Continua a leggere »

Messico: quando la resistenza è donna

Sono già passati due mesi da quando mi trovai in mezzo ad una fiumana di gente vestita di bianco, nel centro di Città del Messico. Spesso il trascorrere del tempo ti toglie le parole e offusca i ricordi, portandoti via anche le sensazioni che hai provato. A me è capitato il contrario. Quando esattamente 10 giorni dopo tornai in Italia ... Continua a leggere »

Palermo chiami davvero l’Italia

Ho imparato il valore della coerenza. Ho imparato l’importanza del rispetto. Ho imparato a odiare le ipocrisie e i perbenismi. Anche gli opportunismi. Ho imparato il valore dell’ascolto. Ho imparato a non dare niente per scontato. Ho imparato anche a essere più diffidente. Ho imparato a distinguere. Ho imparato a leggere gli sguardi. Ho imparato il valore della fiducia. A ... Continua a leggere »