Ti trovi qui: Home » Archivio per il tag: arance del caporale

arance del caporale

Abbonati ai Feed

Caporalato, criminalità organizzata, sfruttamento e grande distribuzione: l’agricoltura Made in Italy.

di Sara Manisera Se la maggior parte dei migranti con il finire della stagione della raccolta ha lasciato questi luoghi fatiscenti per spostarsi là dove i frutti della natura sono all’apice della maturazione, il verde aspro e rigoglioso e il profumo inebriante della Zagara mi dice che la primavera qui è al massimo delle sue forze. Mi trovo a Rosarno, ... Continua a leggere »

La lotta autorganizzata dei braccianti di Nardò a Milano

di Sara Manisera Ve lo ricordate Yvan Sagnet, lo studente camerunense di ingegneria informatica del Politecnico di Torino? Probabilmente  questo nome non a tutti rievoca qualcosa ma la sua è una di quelle storie che vanno raccontate. Arriva da Duala grazie ad una borsa di studio che gli permette di iscriversi alla prestigiosa università antonelliana.  Come tutti gli studenti, per ... Continua a leggere »

Ingaggiami contro il lavoro nero: arance solidali a Milano

di Sara Manisera Le arance di Rosarno approdano a Milano. Sabato 21 gennaio, al centro sociale cittadino Zam in via Olgiati 12, si è tenuta la distribuzione delle arance solidali, distribuzione che fa parte della più ampia campagna “Ingaggiami contro il lavoro nero – riprendiamoci i campi per coltivare sviluppo e integrazione” avviata la scorsa estate dopo lo sciopero dei ... Continua a leggere »

Rosarno: due anni dopo

DSC01675

di Sara Manisera La rivolta di Rosarno, conclusasi con la grande deportazione di massa su base etnica e la cacciata del “negro”, ha portato con sé una grande ondata di sdegno, indignazione e promesse. Tutti, dai sindacati agli ispettori del lavoro, dal governo alla regione, fino  all’amministrazione comunale – ricordo che all’epoca il comune  medmeo, sciolto nel 2009 per infiltrazioni ... Continua a leggere »

Sí agli schiavi, no alle persone: le contraddizioni della legge italiana sull’immigrazione

di Sara Manisera Si può finire in carcere e morirci perché licenziati dal proprio posto di lavoro? In Italia sì, ed è quello che è accaduto a Saidou Gadiaga, giovane cittadino senegalese, arrestato perché privo di permesso di soggiorno e morto agonizzante nel carcere della caserma provinciale di Brescia per una crisi respiratoria. Ora, al di là di tutto, io ... Continua a leggere »

Che business l’emergenza dei migranti

Di Sara Manisera Se a Rosarno la maggior parte delle persone proviene da Burkina Faso, Costa d’avorio, Guinea Bissau e Senegal, a Falerna le cose stanno diversamente. Mi trovo in provincia di Lamezia Terme, nel centro d’accoglienza per richiedenti asilo (CARA) gestito dalla Protezione Civile. Qui vivono 180 persone; la maggior parte sono uomini ma alloggiano anche una quarantina di ... Continua a leggere »

Lo sfruttamento si può fermare: prodotti sani e consumo etico

di Sara Manisera 01/11/2011 Festa di tutti i santi. Oggi nessuno lavora. Eccezione fatta per i ragazzi africani che nei campi ci vanno comunque. Decidiamo ugualmente di andare nei diversi casolari sparsi tra le campagne di Rosarno per iniziare una prima distribuzione di vestiti e coperte. Il primo casolare dove ci fermiamo è la Fabiana, una vecchia cooperativa agricola, situata ... Continua a leggere »

Gli agrumi della Piana: dagli affari allo sfruttamento

di Sara Manisera 26/10/2o11 E’ trascorsa poco più di una settimana dal nostro arrivo a Rosarno e con il passare dei giorni la cittadina si sta popolando sempre  più di ragazzi stranieri. La stagione della raccolta inizia indicativamente a metà Novembre e dura fino a Marzo, anche se per alcuni tipi di arance, come “la Valencia”, può andare avanti fino ... Continua a leggere »

Dove è andata a finire la nostra memoria?

di Sara Manisera 20/10/2011 Dopo dieci lunghe ore di riposo, inizia il nostro primo vero giorno a Rosarno. Siamo fortunati perché alle 17.30 c’è un incontro alla biblioteca comunale per commemorare Giuseppe Valarioti, segretario del PCI di Rosarno ucciso dalla ‘Ndrangheta nel 1980 e l’ospite d’eccezione è Nicola Gratteri. L’incontro sembra una di quelle classiche cose che “si devono fare”; ... Continua a leggere »