Ti trovi qui: Home » Archivio per il tag: Carlo Cosco

Carlo Cosco

Abbonati ai Feed

“La scelta di Lea ” e l’antimafia dove c’era la mafia.

Giovedì 30 maggio, l’evento “Aspettando il secondo Festival dei Beni Confiscati”. Nell’appartamento confiscato di viale Jenner a Milano, la storia di Lea Garofalo raccontata da Marika Demaria, autrice del libro “La scelta di Lea”, prossimo ad uscire per Melampo. Viale Edoardo Jenner, civico 31, Milano. Da un comune portone in legno marrone laccato si accede all’appartamento che una volta fu ... Continua a leggere »

Processo Garofalo: le arringhe della difesa

garofalo

L’udienza del 21 maggio è stata dedicata alle arringhe delle difese. Chieste ai giudici la condanna di Carlo Cosco ma senza l’aggravante della premeditazione e l’assoluzione per Massimo Sabatino, Giuseppe Cosco e Vito Cosco. di Clemente La Porta e Fiammetta di Stefano Ulteriore udienza del processo d’appello per l’omicidio di Lea Garofalo, in cui si sono concluse le arringhe dei ... Continua a leggere »

Processo Lea Garofalo: la requisitoria del Pm Marcello Tatangelo

Il Procuratore della Repubblica Marcello Tatangelo ha chiesto l’assoluzione per Giuseppe Cosco e Massimo Sabatino. Confermati gli ergastoli per Carlo Cosco, Vito Cosco e Rosario Curcio. Per il collaboratore di giustizia Carmine Venturino chiesti 27 anni con attenuanti generiche. Di fronte ai sei giudici popolari fasciati dal tricolore e ai giudici della Corte d’Assise d’Appello del Tribunale di Milano, il ... Continua a leggere »

Lea Garofalo, la deposizione di Carlo Cosco: “Io non appartengo alla ‘ndrangheta”

lea garofalo

La quarta udienza di secondo grado di giudizio per l’omicidio di Lea Garofalo si è aperta martedì 16 aprile 2013 con la testimonianza dei consulenti di medicina legale dell’università degli Studi di Milano. I periti hanno riportato alla Corte i risultati dei resti rinvenuti nel tombino indicato dal collaboratore di giustizia Carmine Venturino, tra via Canonica e Via Lomazzo; risultati ... Continua a leggere »

La versione di Venturino

Separato da un paravento bianco da coloro che «per tre anni sono stati – così come li ha definiti – la mia famiglia», Carmine Venturino, collaboratore di giustizia dal 31 luglio 2012, si è trovato nel secondo giorno di udienza del processo di secondo grado per la morte di Lea Garofalo a dover confermare le dichiarazioni fatte nei mesi scorsi ... Continua a leggere »

Lea Garofalo, atto I: la confessione

Carlo Cosco - Lea Garofalo

L’udienza è finita. Gli avvocati si stanno togliendo le toghe, i giudici cominciano ad alzarsi e il pubblico già si avvia verso l’uscita. Una voce tremante, dal forte accento calabrese si solleva dalla gabbia degli imputati e chiede ai giudici di poter leggere un foglio. Sono le 14.30 di martedì 9 aprile e nel tribunale di Milano si sta per ... Continua a leggere »

Processo Lea Garofalo: chiesti sei ergastoli per gli imputati

lea garofalo

di Monica Angelini e Marzio Balzarini Le udienze di lunedì 26 marzo e martedì 27 hanno segnato la conclusione della fase dibattimentale del processo “Lea Garofalo” e hanno visto protagonista il pm Marcello Tatangelo che ha condotto la requisitoria: oltre 14 ore di ricostruzione dei fatti e l’arringa finale con la richiesta di sei ergastoli per gli imputati responsabili dell’omicidio ... Continua a leggere »

Carlo Cosco: «Sono innocente e sono fatto così: non dico niente né voglio sapere di nessuno»

Carlo Cosco

Il processo Garofalo, dopo l’udienza del 27 febbraio, attendeva la dichiarazione spontanea di Carlo Cosco, compagno di Lea Garofalo e principale imputato nel procedimento. Di fronte alla Corte presieduta da Anna Introini, giovedì 1 marzo Carlo Cosco ha letto con fatica alcune pagine scritte a mano in un italiano stentato, dichiarandosi totalmente innocente: «Signor giudice, io sono estraneo a tutti ... Continua a leggere »

Processo Lea Garofalo: macchinette, liti amorose, Inter-Barcellona

Un’udienza lunga, quella di lunedì 20 febbraio, come l’elenco dei testimoni convocati dalle difese: in dieci sono saliti al banco a prestare giuramento. Ricorrenti alcune domande tese ad indagare l’odio esistente fra i due fratelli imputati Vito e Giuseppe Cosco, l’abitudine di Giuseppe Cosco di intrattenersi presso il bar Barbara giocando alle macchinette, la gelosia della convivente Plado Renata e ... Continua a leggere »

Processo Lea Garofalo: i perseguitati, ossia i carnefici che si fanno vittima

“Non mi piace ripetermi. Nel controesame non si può continuare a chiedere conferma del dato acquisito. Ponga una domanda e non continui a recitare tabulati chiedendo conferma”. Così ha replicato il 9 febbraio il Giudice Anna Introini alle domande poste dall’avvocato della difesa Francesco Garofalo al Maresciallo Capo Giulio Buttarelli. Dopo è intervenuto l’avvocato difensore Daniele Sussman Steinberg, le cui ... Continua a leggere »