Ti trovi qui: Home » Archivio per il tag: clan

Il coraggio di mettersi in gioco: Libera Masseria

Cos’è il coraggio? “Non posso insegnare ai miei figli a non fare, per paura, ciò che reputano giusto!”, disse l’avvocato Giorgio Ambrosoli a un conoscente. Il coraggio come virtù civile. il coraggio come forza del cuore. Il coraggio come valore dell’esempio. Esempio che hanno dato i volontari di Libera, della Caritas e del Comune di Cisliano, che dal 13 maggio ... Continua a leggere »

Il bene confiscato “La Masseria” di Cisliano: presidio contro i vandali

Una cronistoria a cura del Coordinamento di Libera in Lombardia Il bene “La Masseria” è situato a Cisliano (MI), in via Cusago, ed apparteneva al clan Valle. • 13 ottobre 2014: il bene è confiscato in via definitiva. Iniziano gli atti vandalici e le distruzioni sistematiche della struttura. • 5 dicembre 2014: il presidente del Tribunale di Milano Livia Pomodoro scrive ... Continua a leggere »

Alla scoperta della ‘ndrangheta in provincia di Como.

Como

di Marco Fortunato Como. Una città al crocevia tra Varese, Lecco, Milano e la Svizzera, capoluogo di una provincia di 600.000 abitanti, suddivisa in 160 comuni nei quali le organizzazioni di stampo mafioso sono pienamente insediate. Le prime presenze di esponenti riconducibili a compagini mafiose risalgono agli inizi degli anni ’50 quando alcuni membri delle famiglie di Giffone, paese in provincia ... Continua a leggere »

Pizza Sangue e Videopoker. Come la ‘ndrangheta si è strutturata al Nord, da Vigevano in Lombardia.

pizza sangue e videopoker

Riceviamo e pubblichiamo la presentazione a firma degli autori. Si poteva fermare l’ascesa mafiosa al Nord? Difficile a dirsi. Ma qualcuno, almeno in un angolo di Lombardia, ci ha provato. Quella persona è il poliziotto Giorgio Pedone, morto suicida in circostanze misteriose. Giorgio Pedone nei suoi report risalenti agli anni ’80 parlava di ‘ndrine, faceva i nomi dei De Stefano, ... Continua a leggere »

La forza della mafia sta fuori dalla mafia

di Nando dalla Chiesa   E così, dopo Bordighera,è arrivata Ventimiglia. Sembra quasi che, venuto meno lo scudo Scajola,  il Ponente ligure sia finalmente costretto a fare i conti con se stesso, scioglimento di consiglio comunale dopo scoglimento di consiglio comunale.Vicenda singolare, quella della provincia di Imperia. Se si prende la mappa dei beni confiscati nel nord-ovest, infatti, la provincia ... Continua a leggere »