Ti trovi qui: Home » Archivio per il tag: diritto e mafia

diritto e mafia

Abbonati ai Feed

L’autoriciclaggio: il reato dimenticato

autoriciclaggio

L’Italia è considerata la culla del diritto, l’erede del diritto romano,  ma non solo. Infatti, il nostro Paese si può ritenere anche la patria delle leggi mancate, seppur da molto tempo attese e proclamate dai governanti di turno. Nel mare magnum normativo che caratterizza l’ordinamento italiano, manca l’espressa previsione di una fattispecie di reato che punisca l’autoriciclaggio. Tuttavia, prima di ... Continua a leggere »

Gli intrecci tra la trattativa Stato-Mafia e le intercettazioni del Presidente

trattativa stato-mafia

di Mirko Buonasperanza La vicenda: tensioni tra il Quirinale e la Procura di Palermo La vicenda riguardante le intercettazioni telefoniche al Presidente Giorgio Napolitano, legata alla cosiddetta Trattativa Stato-Mafia, è ormai nota ai più. La Corte Costituzionale, con la sentenza n.1 del 2013, ha deciso sul conflitto di attribuzioni tra il Presidente della Repubblica e la Procura di Palermo. Il ... Continua a leggere »

Contro la zona grigia: il concorso esterno in associazione mafiosa

di Rosaria Giambersio Cominciamo dalla fine. “Oggi al concorso esterno in associazione mafiosa non crede più nessuno!”. Così il Sostituto Procuratore Generale della Cassazione Francesco Iacoviello nel marzo 2012 nella requisitoria che ha portato all’annullamento con rinvio della condanna a sette anni per concorso esterno in associazione mafiosa dell’Onorevole Marcello Dell’Utri. In realtà Iacoviello non ha mai detto la frase ... Continua a leggere »

IL CODICE ANTIMAFIA: una rivoluzione o un passo indietro?

La legislazione antimafia è figlia delle emergenze, delle stragi, degli omicidi eccellenti. Una legislazione a singhiozzo. Quasi tutti i provvedimenti adottati in materia sono stati preceduti da efferati fatti di sangue. Il legislatore ha quasi sempre reagito di riflesso, mai prevenuto. Basti pensare alla legge n. 646/82, la c.d. Rognoni-La Torre, che prevede l’introduzione nel nostro ordinamento del reato di ... Continua a leggere »

L’art. 41-bis attraverso le parole di un (presunto) boss.

DIRITTO&MAFIA Il 41-bis è da sempre terreno di accese discussioni e di scottanti trattative. Da un lato l’esigenza incalzante di recidere i contatti tra l’esponente della criminalità organizzata con il mondo esterno, dall’altra le istanze garantiste che vedono nel detenuto un soggetto detentore di diritti di importanza costituzionale. Ecco i due poli, intaccabili da un lato ma apparentemente antitetici dall’altro.  ... Continua a leggere »

Una proposta di legge per combattere il voto di scambio politico-mafioso: ecco perché approvarla.

Troppo spesso la politica si è inginocchiata alla mafia per ottenere voti in cambio di favori. Anni di impunità. Anni di vuoto normativo hanno contribuito a trasformare questa prassi in una consuetudine italiana. A maggio di quest’anno, la Fondazione in memoria di Paolo Borsellino ha cercato di colmare questa impietosa lacuna, tramite una proposta di legge volta a modificare l’art. ... Continua a leggere »