Ti trovi qui: Home » Archivio per il tag: Giorgio Ambrosoli

Giorgio Ambrosoli

Abbonati ai Feed

Ambrosoli, Galli e la “Meglio Gioventù”

di Camilla Caron e Martina Mazzeo Non è andato deserto un’altra volta. Il 14 luglio 1979, tre giorni dopo l’omicidio dell’avvocato Giorgio Ambrosoli, Milano non si è presentata ai funerali del commissario liquidatore della Banca Privata Italiana di Michele Sindona. Il “salvatore della lira”, così ribattezzato da Giulio Andreotti, lo stesso vicino a Cosa nostra. Mercoledì 19 marzo 2014 però ... Continua a leggere »

L’eroe borghese. Giorgio Ambrosoli, 34 anni dopo

  “A quarant’anni, di colpo, ho fatto politica e in nome dello Stato e non per un partito”. Così scrisse l’avvocato Giorgio Ambrosoli alla moglie Annalori in una lettera del 25 febbraio 1975, riportata dal figlio Umberto in Qualunque cosa succeda, il libro nel quale ripercorre la vita di suo padre. Le aveva appena riferito che aveva compiuto il suo ... Continua a leggere »

Ambrosoli, un santo laico

ambrosoli

Di Valerio Berra Scorrendo il calendario, passando con l’indice della mano un giorno dopo l’altro, si può vedere come ad ogni giorno sia collegato un santo. Un santo della tradizione cattolica, qualcuno che ha vissuto una vita così nobile da meritarsi quella “S.” davanti al nome. Ma si potrebbe anche fare un altro calendario. Uno che al posto dei nomi ... Continua a leggere »

Un insegnamento di libertà: “Un Eroe Borghese” proiettato all’Università Bocconi.

di Rosaria Giambersio “Mi scusi, signor Ambrosoli”, e tre, quattro colpi di pistola rimbombano in una calda e deserta notte milanese di luglio. Dopo di ciò, silenzio, un silenzio assordante che trapana le orecchie. Sono le ultime scene di “Un Eroe Borghese”, film del 1995 di Michele Placido (tratto dall’omonimo libro di Corrado Stajano), che racconta la vita dell’avvocato Giorgio ... Continua a leggere »

Parlarne è male.

Parlarne è male. Esprimere la propria opinione può essere causa di spiacevoli conseguenze. Dove? Sarà in qualche paese africano non democratico o la Siria di Assad, si dirà. E invece no! Invece, è la Regione Lombardia la protagonista. Qui, dove ancora una volta rimbomba il frastuono vergognoso di scandali tra spregiudicati uomini d’affari ed esponenti delle istituzioni, non sembra consentito ... Continua a leggere »