Ti trovi qui: Home » Archivio per il tag: Giovanni Falcone

Giovanni Falcone

Abbonati ai Feed

Il 1992 – parte II: i 57 giorni prima di via D’Amelio

La strage di Capaci – riuscita – volta ad uccidere Giovanni Falcone il 23 maggio 1992, è uno spartiacque importante nella storia italiana. A seguito dell’attentato, infatti, si svolgono e sviluppano numerosi fatti, vicende e misteri. Il primo, il 25 maggio successivo, è l’elezione inaspettata a nono Presidente della Repubblica Italiana di Oscar Luigi Scalfaro, ex magistrato e politico della ... Continua a leggere »

Il 1992 – parte I: la Sentenza, l’attentato e l’incognita sul futuro

La prima metà del 1992 è un periodo dalla “doppia faccia”. Nel mondo, mentre in marzo il Sudafrica va verso la fine dell’Apartheid; in aprile l’Afghanistan è nuovamente sconvolto da una guerra civile, che termina nel 1996 con l’ascesa al potere dei Talebani. In Europa, invece, il 26 gennaio, il Presidente russo Eltsin e il suo omologo americano Bush dichiarano ... Continua a leggere »

L’ultimo discorso a Palermo di Paolo Borsellino

Il 25 giugno 1992 Paolo Borsellino interviene ad un dibattito organizzato dalla rivista MicroMega presso l’atrio della Biblioteca Comunale di Palermo. Con lui, il sindaco Leoluca Orlando, l’avvocato difensore di familiari di vittime al Maxiprocesso Alfredo Galasso e Nando dalla Chiesa. Il magistrato giunge nell’atrio gremito della biblioteca a dibattito iniziato. Il suo arrivo è accolto da un lunghissimo e ... Continua a leggere »

Quei giovani che a Milano raccolgono l’eredità di Giovanni Falcone

di Ilaria D’Auria  “Il 23 maggio è una data che ha segnato la storia della Repubblica, che ha segnato la storia delle coscienze civili, che ha generato nuovi slanci all’interno del movimento antimafia”. È così che il professore Nando dalla Chiesa apre la serata promossa dall’Università degli Studi di Milano, da Libera e dalla Scuola di formazione “Antonino Caponnetto” per ... Continua a leggere »

L’indecenza di Miccoli e il coraggio (necessario) della FIGC

Fabrizio Miccoli e Mauro Lauricella

“Quel fango di Falcone”. Così, secondo quanto riporta ‘La Repubblica’, il calciatore Fabrizio Miccoli cantava insieme all’amico, il figlio del boss mafioso Antonio Lauricella. Non una sola volta. E questo non fu un episodio isolato. Intercettati nuovamente dagli investigatori, che attraverso il controllo del telefono di Mauro Lauricella cercavano di arrivare al padre latitante (catturato poi nel settembre 2011), il ... Continua a leggere »

Non cercate di distrarci

di Chiara Muzzolon  Tre giorni sulla Nave della Legalità che da Civitavecchia ha portato tantissimi studenti e insegnanti fino a Palermo per commemorare la strage di Capaci. Per ricordare Giovanni Falcone, sua moglie Francesca Morvillo e i tre agenti della scorta, Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro, e insieme a loro tutte le vittime della mafia. Tre giorni intensi e crudi ... Continua a leggere »

“Memorie di memoria”: l’antimafia di piazza Magione

Quando la commemorazione passa per il gioco e per la cultura di Monica de Astis E’ con le note di “Silenzio” dei Fattori Recessivi che, il 23 maggio, si è aperta la grande manifestazione di Piazza Magione. Dal palcoscenico, ginnaste, danzatrici, cantanti, artisti, poeti e musicisti della famosa Banda di Centuripe hanno animato la mattinata di festa, in quella che una ... Continua a leggere »

Tra il dire e il fare c’è di mezzo il mare: la nave della legalità

nave della legalità

di Sara Manisera e Francesco Di Donna Centinaia di studenti e centinaia di insegnanti, provenienti dalle scuole di ogni ordine e grado di tutto il territorio nazionale, mercoledì 22 maggio, al porto di Civitavecchia. Dopo una lunga attesa, addolcita dal Coro Multietnico della Scuola Manin di Roma, i passeggeri si sono imbarcati alla volta di Palermo, sulla nave Giovanni Falcone. ... Continua a leggere »

L’indignazione è una scelta: a ventuno anni dalla strage di Capaci

Di Attilio Occhipinti La voragine al km 5 dell’autostrada A29, quella che porta a Palermo, è ancora lì. Non si è mai chiusa del tutto. Il boato causato dai quattrocento chili di tritolo che ventuno anni fa stroncarono le vite del giudice Giovanni Falcone, della moglie Francesca Morvillo e di tre uomini della scorta, Vito Schifani, Rocco Dicillo, Antonio Montinaro, si sente tuttora in lontananza. ... Continua a leggere »