Ti trovi qui: Home » Archivio per il tag: laboratorio di giornalismo antimafioso

laboratorio di giornalismo antimafioso

Abbonati ai Feed

Il laboratorio di giornalismo antimafioso nelle parole di chi l’ha vissuto

La storia che ci lega al Laboratorio di Giornalismo Antimafioso è lunga. Diciamo che è un po’ parte della nostra storia. Siamo nati in seno alla prima edizione, nel 2011, e l’abbiamo seguito in tutte quelle successive partecipandovi attivamente. Ci siamo quindi molto affezionati. E quest’anno è stato più evidente ancora l’entusiasmo e il senso di partecipazione con cui l’hanno ... Continua a leggere »

Una voce (d)al cielo

di Rita Infantino “Lezione di vita, lezione di coraggio: questo per noi è il 23 di maggio”. Una voce unanime si leva nelle strade di Palermo. È il variegato corteo partito da via D’Amelio. Oltre 50mila persone di tutte le età. Una bambina di cinque anni stringe la mano alla sua mamma. Sorride. Si guarda intorno stupita. Fiera si unisce ... Continua a leggere »

Progetto Legalità: la capacità pervasiva delle mafie nel sistema legale

di Marco Pessina Non si sarebbe dovuto stupire nessuno se una decina di giorni fa anche il New York Times, il Guardian e tutte le maggiori testate internazionali avessero dedicato qualche colonna per ricordare che è trascorso un quarto di secolo dall’attentato a Giovanni Falcone. In quel 23 maggio 1992 oltre al giudice palermitano morirono a Capaci sua moglie Francesca Morvillo ... Continua a leggere »

Padre Solalinde racconta il Messico. Tra narcotraffico, corruzione ed emergenza educativa

di Dusan Desnica Dialogo con il sacerdote messicano – candidato al premio Nobel per la pace 2017 – che aiuta i migranti e si oppone al narcotraffico. ‘’Per i narcos e il governo corrotto i migranti non sono persone, ma solo una merce’’. Esordisce così padre Alejandro Solalinde, finito nel mirino della criminalità organizzata messicana per via del suo attivismo ... Continua a leggere »

Un popolo meraviglioso. Il 23 maggio di Palermo

di Martina Greco Ore 15.30, via D’Amelio. Una marea in fermento composta da ragazzi, bambini e insegnanti è in attesa che parta il corteo diretto all’Albero Falcone. C’è chi scalda la voce, chi sventola bandiere e chi porta palloncini, altri ancora sollevano al cielo striscioni: “Giù le mani dai bambini”, riporta uno, “le loro idee camminano sulle nostre gambe”, dice ... Continua a leggere »